martedì 14 aprile 2015

La FSSPX “persona giuridica pubblica nella Chiesa Cattolica Apostolica e Romana” in Argentina

Ringrazio il caro Andrea per la segnalazione e l'articolo! Mi scende qualche lacrima.... non aggiungo altro! Cosa dobbiamo dire di più?
anzi qualcosa c'è da dire:
L'avevo detto, io! 

Chi lo spiegherà al povero vescovo Semeraro?!

Quando sul blog “ Le pagine di don Camillo” del 1 giugno 2014 [e anche qui] avevamo letto questo titolo : “Papa Francesco ai lefevbriani: "c'è chi pensa che li scomunicherò, ma si sbaglia", e "non li condannerò, né impedirò ad alcuno di andare da loro" abbiamo un po’ tutti sorriso...
Leggendo ora l' atto ufficiale del Ministero degli Affari Esteri e di Culto della Repubblica Argentina al sorriso subentra lo stupore perchè il riconoscimento del Governo Argentino della FSSPX  è stato ottenuto su richiesta dell'Arcivescovo di Buenos Aires il Cardinale Primate Mario Aurelio Poli "al fine di fornire un quadro giuridico definitivo alla Fraternità inquadrata come Associazione di diritto diocesano, a norma dell'articolo 298 del Codice di Diritto Canonico". 
Don Camillo” nell’articolo del 1 giugno 2014  aveva pure citato le parole, attribuite a Papa Francesco, indirizzate ai membri della Fraternità Sacerdotale San Pio X in Argentina : “Vi ho promesso di aiutarvi, e lo farò". 
Difatti dal Decreto Ufficiale del Ministero Argentino degli Affari Esteri e di Culto apprendiamo : 
Risoluzione 25/2015Breakfast. As., 2015/03/17 VISTO File No. 9028/2015 del Registro MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI E CULTO, legge n 24.483 e il suo decreto regolamentare n 491 del 21 SETTEMBRE 1995,  CONSIDERANDO: che al Protocollo n ° 084/15 del 23 febbraio 2015, l'arcivescovo di Buenos Aires, il Cardinale Mario Aurelio POLI chiede che la "fraternità degli apostoli di Gesù e Maria" (Società di San Pio X) sarà considerata, fino al momento in cui avrà trovato l'inquadramento giuridico definitivo nella Chiesa universale, come Associazione di diritto diocesano, come disciplinato dal Canone 298 del Codice di Diritto Canonico, in fieri essere una Società di Vita Apostolica, con tutti i benefici che questa legittimazione comporta e nel rispetto di tutti gli obblighi ai quali lo stesso riferisce, accettando  anche tutte le responsabilità che appartengono al Vescovo diocesano. 
Detta Fraternità è accreditata come Persona Giuridica Pubblica della Chiesa Cattolica Apostolica Romana, secondo le norme del Codice di Diritto Canonico. ( Sottolineatura nostra N.d.R.)
Che, secondo i propri Statuti, approvati dalla competente Autorità Ecclesiastica, la Fraternità è una società di vita comune senza voti sacerdotali, a imitazione delle società per le Missioni Estere (conf. Capitolo I, articolo 1, Statuto della Società degli Apostoli Gesù e Maria).
Tale articolo 3, comma f), del Dlgs 491/95 che autorizza la registrazione nel Registro di sistema creato dalla legge n 24483, per le Persone Giuridiche riconosciute dall'Autorità Ecclesiastica che sono simili o analoghi agli Istituti di Vita Consacrata e le società di Vita Apostolica.
Che l'Istituzione richiedente abbia rispettato tutte le prescrizioni della normativa vigente, accompagnando il suo statuto decreto di erezione e di memoria, secondo le disposizioni della legge n. 24.483.
...
Pertanto,
IL SEGRETARIO DEL  CULTO HA DELIBERATO:
ARTICOLO 1 -è così riconosciuta come Persona Giuridica la "FRATELLANZA degli Apostoli di Gesù e Maria" (Società di San Pio X), associazione di diritto diocesano, ( sottolineatura nostra N.d.R.) sede sociale e indirizzo speciale per la strada Venezuela N ° 1318, AUTONOMA CITY BUENOS AIRES, che è registrato con il numero centottanta (381) del Registro di Istituti di vita consacrata.
ARTICOLO 2 - Per concedere la qualifica di persona giuridica l' organizzazione di tale entità di bene pubblico a tutti gli effetti del caso.
ARTICOLO 3 - Sia noto che la Persona Giuridica è beneficiata dal trattamento previsto dall'articolo 20, comma e), della legge sull'imposta sul reddito (testo ordinata nel 1997).
ARTICOLO 4 - Comunicare, pubblicata, presentata al Registro Nazionale e il file ufficiale.
- Emb. WILLIAM R. OLIVERI, segretario di culto.

( N.B. Per consultare l'Atto Ufficiale del Ministero Argentino bisogna scrivere 25 sul tassello"numero" e 2015 sul tassello "anno") 

Il testo Ufficiale in spagnolo :
MINISTERIO DE RELACIONES EXTERIORES Y CULTO SECRETARÍA DE CULTO Resolución 25/2015 Bs. As., 17/3/2015 VISTO el Expediente N° 9028/2015 del Registro del MINISTERIO DE RELACIONES EXTERIORES Y CULTO, la Ley N° 24.483 y su Decreto Reglamentario N° 491 de fecha 21 de septiembre de 1995, y CONSIDERANDO: Que conforme al Protocolo N° 084/15 de fecha 23 de febrero de 2015, el Arzobispo de Buenos Aires, Mario Aurelio Cardenal POLI, solicita que la “FRATERNIDAD DE LOS APÓSTOLES DE JESÚS Y MARÍA” (FRATERNIDAD SACERDOTAL SAN PÍO X) sea tenida, hasta que encuentre el definitivo encuadramiento jurídico en la Iglesia Universal, como una Asociación de Derecho Diocesano, según lo normado por el canon 298 del Código de Derecho Canónico, in fieri de ser una Sociedad de Vida Apostólica, con todos los beneficios que a ésta le corresponde y dando cumplimiento a todas las obligaciones que a la misma le refiere, asumiendo también las responsabilidades que competen al Prelado diocesano. 
Que dicha fraternidad, encuentra acreditada su carácter de persona jurídica pública dentro de la IGLESIA CATÓLICA APOSTÓLICA ROMANA, conforme las normas del Código de Derecho Canónico. Que según sus estatutos, aprobados por la autoridad eclesiástica competente, la fraternidad es una sociedad sacerdotal de vida común sin votos, a imitación de las sociedades de las Misiones Extranjeras (conf. Capítulo I, Artículo 1°, Estatutos de la Fraternidad de los Apóstoles de Jesús y María). Que el Artículo 3°, inciso f) del Decreto N° 491/95 autoriza la inscripción en el Registro creado por Ley N° 24.483, a las personas jurídicas reconocidas por la autoridad eclesiástica, que guardan semejanza o analogía con los institutos de vida consagrada y sociedades de vida apostólica. Que la institución solicitante ha cumplido con todos los requisitos exigidos por la normativa vigente, acompañando sus estatutos, decreto de erección y memoria, de acuerdo a lo establecido por la Ley N° 24.483. Que corresponde hacer lugar a la presente inscripción toda vez que la peticionante encuadra en los términos previstos por el Artículo 3°, inciso f) del Decreto N° 491/95. Que la presente medida se dicta en uso de las facultades conferidas por el Artículo 17 del Decreto N° 491/95. Por ello, EL SECRETARIO DE CULTO RESUELVE: ARTÍCULO 1° — Reconócese como persona jurídica a la “FRATERNIDAD DE LOS APÓSTOLES DE JESÚS Y MARÍA” (FRATERNIDAD SACERDOTAL SAN PÍO X), Asociación de Derecho Diocesano, con sede legal y domicilio especial en la calle Venezuela N° 1318, CIUDAD AUTÓNOMA DE BUENOS AIRES, la que queda inscripta bajo el número TRESCIENTOS OCHENTA Y UNO (381) del Registro de Institutos de Vida Consagrada. ARTÍCULO 2° — Otórgase a dicha entidad el carácter de entidad de bien público a todos los efectos que correspondan. ARTÍCULO 3° — Hágase saber que la referida persona jurídica se encuentra beneficiada por el tratamiento dispensado por el Artículo 20, inciso e) de la Ley de Impuesto a las Ganancias (texto ordenado en 1997). ARTÍCULO 4° — Comuníquese, publíquese, dése a la Dirección Nacional del Registro Oficial y archívese. — Emb. GUILLERMO R. OLIVERI, Secretario de Culto.
Fonte : Adelante a la Fe

L'Articolo di A.Tornielli su Libertà e Persona QUI.

98 commenti:

don Camillo ha detto...

Chi fa lo gnorri nel mondo tradizionale o minimizza è solo in MALAFEDE!

Questo è un atto concreto Papale, che mette fine e da giustizia alla verità dei fatti!

Poi quel che sarà sarà! Ma è uno schiaffo in faccia a tutti quei vescovi che si credevano, di essere i depositari delle scelte e delle intenzioni pontificie riguardanti la San Pio X.... poveretti!

Peregrino Tuc ha detto...

Non mi riesce proprio di capite le affermazioni di Pozzo. Fino ad oggi si è parlato di un problema di regolarità. Ora, almeno per quella chiesa particolare, il problema della regolarità è risolto; e Pozzo afferma che però sussiste un problema di legittimità (?). Sostiene inoltre che PF non c'entri nulla con questa vicenda, mentre il suo atteggiamento e i suoi passi verso la FSPX sono noti e pubblici.
La politica ecclesiastica è surreale!

Pozzo: «Sono contento che in Argentina si sia potuta trovare questa soluzione, che, va precisato, non coinvolge la Santa Sede. Non si tratta di un riconoscimento giuridico della San Pio X come società clericale, rimane aperta la questione della legittimità dell'esercizio del ministero sacerdotale dei loro preti. Ma certamente è un ulteriore segno di benevolenza nei confronti di questa realtà da parte della Chiesa cattolica. Con la sua decisione l'ordinario di Buenos Aires riconosce che i membri della Fraternità sono cattolici, anche se non ancora nella piena comunione con Roma. Noi continuiamo a lavorare perché si arrivi alla piena comunione e all'inquadramento giuridico della Fraternità nella Chiesa cattolica».

Peregrino Tuc ha detto...

Detto questo, per la notizia non c'è che da esultare e ringraziare il Cielo.
E bravo a don Camillo, non profeta ma lucido analista della realtà ecclesiale con un ottimo "sesto senso politico"!

don Camillo ha detto...

Le dichiarazioni di Pozzo sono davvero imbarazzanti, forse crede ancora che siamo in quei tempi oscuri dell'Emerito, che diceva una cosa sulla SPX poi ne diceva un altra e i suoi satrapi ne faceva un altra ancora con suo mandato!

Evviva la libertà di questo PAPA!

Il tempo è galantuomo!

A questo punto brindo insieme a chi mi ha dato fiducia (pochissimi) per gli altri, una bella pernacchia!!!

don Camillo ha detto...

GRAZIE!!! Peregrino Tuc, vi porto a cena fuori!

Anonimo ha detto...

Spettacolare la confusione in ChiesaepostConcilio.... ma poveracci!

filippus ha detto...

In piena Crisi di nervi.....

Ugoccione ha detto...

Chi gioca a fare l'equilibrista prima o poi cade dal seggiolo....

Onore al merito a don Camillo, che non ha mai tergiversato sulla amicizia con la FSSPX, mentre altri aspettando il momento opportuno per salire il carro giusto da anni scrivono barilate di sofismi per dire tutto e nulla.

Tuttavia è necessario vedere gli sviluppi perchè non vorrei che fosse l'ennesima trappola vaticana alla GPII e alla BXVI.

don Camillo ha detto...

Fintanto che ci sarà Pozzo, non si caverà un ragno dal buco. Il suo celebre adagio, "intanto firmate, poi si vedrà...." ha avuto il merito di unire tutta la SPX, ma tutti contro di lui.

don Camillo ha detto...

Ugoccione, la cena è anche per te, ovviamente!

Ugoccione ha detto...



Grande Don!!!

Grazie!!!

Anonimo ha detto...

La foto non è Mons. Lefebvre in Gabon ma Mons. Fellay al priorato di Albano, suppongo in occasione della riunione dei superiori tenutasi nell'ottobre 2011. PS: Tornielli deve aver incassato un gran brutto colpo :D

Andrea Carradori ha detto...

Concordo pienamente con quello che ha scritto don Camillo : " sarà sarà! Ma è uno schiaffo in faccia a tutti quei vescovi che si credevano, di essere i depositari delle scelte e delle intenzioni pontificie riguardanti la San Pio X.... poveretti!".
Ho cercato di sentirne, per l'appunto, un paio ... imbarazzato silenzio !
Bravo don Camillo !!!

Peregrino Tuc ha detto...

Grazie per l'invito Reverendo, ma sono lontanissimo da Roma!
Festeggerò però la notizia come se fossi con voi. E teniamoci in unità di preghiera, soprattutto nell'imminenza del Giubileo. C'è in giro tanto zelo amaro, che pare un'induzione all'ateismo. Il "fastidio" per la misericordia tradisce spesso un atteggiamento gnostico: chi ha davvero paura dei castighi di Dio, in questa e nell'altra vita, non se ne infastidisce affatto. La Chiesa dispensa la grazia ex opere operato, al di là di qualche sparata del Papa di turno, no? Che Nostro Signore ci converta tutti, curi i mali delle nostre anime, e ci porti in Cielo!

Er peccatore ha detto...

Aò, siccome io sò 'gnorante quasi congenito, me dovete scusà tutti, ma nun ho capito tutto tutto de quele cose de legge co' l'articoli che ha messo er Don, ma dev'esse senz'antro robba bella perchè er Don pare tanto contento, e voi antri amichi uguale,contenti come lui...

Però du' cose l'ho intese, e sò quer che ha detto sor Peregrino Tuc:

...la prima è che lui nun ce pò esse a magnà cor Don, che l'ha invitato come ha 'nvitato sor Ugoccione (e alora, visto che è rimasto un posticetto vòto, ne aprofiterei subbito pe' candidamme io ar pranzo o cena che sia)...

E la seconda cosa che ho capito de quer che ha detto sempre sor Peregrino è la sua preghiera finale, che me pare propio da fà mia der tutto:

"Che Nostro Signore ci converta tutti, curi i mali delle nostre anime, e ci porti in Cielo!"

don Camillo ha detto...

Er peccatore .... si va tutti insieme...

Tu scegli il locale, ovviamente!

don Camillo ha detto...

Tuttavia è necessario vedere gli sviluppi perchè non vorrei che fosse l'ennesima trappola vaticana alla GPII e alla BXVI.

Con la provvidenziale (adesso sì, possiamo dirlo) uscita di scena dell'Emerito, finiscono le trappole, pensate tutte da lui compresa quella a cui stava per cadere S.E. Mons. Lefebvre, è evidente oramai!!!! Ora è il tempo di serrare i ranghi, ora è il tempo della Fiducia!

Il gesuita è troppo intelligente, questa mano tesa, anzi questo gesto "profetico" per la Chiesa è fondamentale. La SPX è nella Chiesa, tutte le menate delle "comunioni imperfette, perfette, in via di perfezione, perfette un po', perfetta ogni tanto, sono solo seghe mentali, roba da conciliaristi sfigati...

Questo gesto di carità del Papa verso i sacerdoti argentini, esprime tutto il suo amore per questa realtà, che si forse non comprenderà al 100%, ma che ha riconosciuto e riconosce come realtà ecclesiale che si da da fare e che si ammazza di lavoro tra mille difficoltà! E Francesco lo sa!

Pensano a salvare le Anime... e Pietro.... E PIETRO!!! NON POTEVA NON PENSARE A LORO!

Tutto il resto non conta!



Er peccatore ha detto...

Diche don Camillo ar sotoscritto:

"ER PECCATORE....SI VA TUTTI INSIEME...

TU SCEGLI IL LOCALE, OVVIAMENTE!"


Nun penzo de meritamme 'st'onore caro Don, nun penzo propio..per me sarà già tanto che nun me fate mette sotto er tavolo a magnà le briciole come er cagnolino descritto ner Vangelo...

...comunque certo, sarebbe bella cosa un localino in Trastevere, uno ce l'avrei pure in mente che nun costa manco tanto, e io sò contento pecchè sò pure un poveraccio e lo dico senza vergogna...

..ma in tempi de misericordia come questi che er Papa nostro ce fa pure l'anno straordinario, saprete tutti de sicuro sopportamme, no, fratelli mia?...
aò, beninteso però..che io me la pago la cena, eh...mica ve stò a di' che me la dovete pagà voi, no no...fino a 'na certa cifretta ciarivo senz'antro...er resto poi se vede...

...poi da là se potrebbe fà tutti 'nzieme una bella paseggiata sul lungotevere pe' smartì i bucatini e l'abacchio, e camina camina se pò arivà pure verso er Vaticano e se ciavemo un pochetto de fortuna pure 'ncontrà magari er Papa nostro...magara!

...che lui è de noantri der popolo, che quann'era pure cardinale se cucinava e se magnava ne la su' casetta a la bona, e poi se n'usciva co' mezzi pubbrici come uno che vole stà in mezzo ar popolo suo, ar gregge suo, come fa 'nzomma er pastore...

... e per questo pò esse che la sera se fa 'na pasegiatella da quele parti e noi, zac, te lo 'ncontramo pure..chissà..e poi ciavemo er Don nostro che de certo co' 'na preghiera speciale magara ottiene dar bon Dio de faccelo 'ncontrà pe' davero!!

Così doppia sodisfazione, anzi, tripla:

1.'ncontrà er Don e voi amichi,

2.magnà er giusto, ma bono, tutti 'nzieme

3. e durcisse in fundo 'ncontrà pure er Papa nostro..

...e me verrebbe da di' propio er papà nostro, come m'hanno detto queli bravi ce deriverebbe propio la parola papa, che 'nfatti me torna che dev'esse prima de tutto un papà, er più granne papà su questa tera...!

..aò, per concrude 'nzomma...nun ce posso penzà a tutti 'sti benefici da questa notizia che ha pubbricato er Don tutto contento e che ha detto che l'aveva detto che annava in quer modo come poi pare sia annata!

...e chi l'avrebbe detto??

..ma l'ha detto er Don nostro, no?

hpoirot ha detto...

mah non capisco tutta questa euforia per una notiziola di cosi poco conto.

Poli non ha fatto altro che rifare quello che Bergoglio aveva già fatto (più volte) da cardinale: dare un riconoscimento AMMINISTRATIVO allo stato Argentino per facilitare la vita alla SPX

Da qua a immaginare che il papa voglia il restauro della Tradizione ce ne passano di OCEANI sotto i ponti.

hpoirot ha detto...

per tornare coi piedi a terra, consiglio (come un piccolo esempio tra mille) di leggere questo articolo di DICI (l'organo UFFICIALE della SPX Francese) di Marzo scorso in cui si CRITICA il papa per aver detto che sulla Messa non si puo' tornare al passato, lasciando altretutto intendere che papa Paolo VI ha purificato(!) la Messa con la sua riforma !


SVEGLIA GENTE !!

http://tradinews.blogspot.fr/2015/04/dici-on-ne-saurait-retourner-au-passe.html

hpoirot ha detto...

per gli eventuali refrattari...

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/VATICANO/via_libera_bergoglio_dom_helder_camara_vescovo_comunista_via_santit_amp_agrave/notizie/1270670.shtml

PS- mi limito solo alle cose successe nell'ultimo mese(senno' ci sarebbe da scrivere un'elciclopedia)

hpoirot ha detto...

e comunque da membro stagionato della SPX posso assicurare che non c'é nessuna euforia (ma neanche entusiasmo) per questa notizia.

Semmai c'é tanta preoccupazione per il Sinodo sulla famiglia a venire, visto che papa Francesco con un atto concreto Papale ha messo il card. Kasper a capo delle manovre (mentre allontanava Burke...)

Ricordo che secondo le parole testuali di Mons. Fellay "questo sinodo ha aperto le porte dell'inferno"

http://www.lavie.fr/religion/catholicisme/mgr-fellay-s-emporte-contre-le-synode-31-10-2014-57443_16.php

hpoirot ha detto...

e poi... tutta questa differnza tra BXVI e Francesco sinceramente non la vedo: fanno le stesse cose.

BXVI tendeva una mano alla SPX mentre beatificava e canonizzava GPII.

Francesco ha fatto un piccolo gesto pro-SPX intanto che ha beatificato PaoloVI e il vescovo progressista-comunista-filo-teologia-della-liberazione Helder Camara (che é molto peggio se possibile di GPII)

Scomettiamo che uno di questi due "eroi" sarà canonizzato PRIMA del prossimo gesto pro-SPX?

Non minimizzo e non sono in MALAFEDE. Sono REALISTA

Er peccatore ha detto...

A' Puarò, io te vojo un bene che nun te pòi imaginà quanto...ma davero, eh dico, no pe' finta...ar di là de tutto quelo che dichi...

...però,..però...se continui a mette tutte 'ste cose sta a vede che er Don ce ripenza e nun ce porta più a cena in Trastevere e così nun stamo più tutti 'nzieme che è la cosa più bella, come diche er Sarmo, cioè che è tanto bello che i fratelli stiano 'nzieme!!

don Camillo ha detto...

hpoirot, mi fate troppo ride....

ti risponderò a dovere, ma ora non ho tempo...

ti dico solo che rischiate sempre la tentazioni di essere il primi della Classe, o cadere nell'ansia di prestazione davanti al Signore, come se il Paradiso si guadagnasse solo con le proprie forze...

Qui dobbiamo portare le Anime al Signore.... Pietro riconosce, si d'accordo con tutti gli stucchevoli sculettamenti diplomatici, che la SPX è parte della Chiesa Cattolica e Romana, e voi sempre a rosicare,

diamoci da fare e basta!

viandante ha detto...

Certo hpoirot, non è una notizia rivoluzionaria specialmente per chi già conosce e frequenta la FSSPX. Però è una notizia che dà sollievo ai tanti che combattono per riportare la Tradizione all'interno delle parrocchie e della Chiesa.
Quante volte ci si sente dire che la Fraternità è scismatica, eretica e chi più ne ha più ne metta!
Ecco, costoro hanno da trovare altre scuse.
Di più, la FSSPX avrebbe potuto chiedere di essere riconosciuta come Chiesa o ente a sè (sarebbero stati contenti i sedevacantisti), ma non può e non vuole essere separata dalla Chiesa cattolica, seppur momentaneamente diretta da una gerarchia modernista.
È questo il punto che rattrista progressisti di varie sfumature e sedevacantisti!

Peregrino Tuc ha detto...

http://www.sanpiox.it/public/index.php?option=com_content&view=article&id=1570:repubblica-argentina-riconoscimento-giuridico-della-fraternita&catid=53&Itemid=50

“Il fatto che il Cardinal Poli sia il successore dell’allora Cardinal Bergoglio sulla cattedra di Buenos Aires, può far legittimamente pensare che questa decisione non sia stata presa senza una certa concertazione con il Papa. Essa resta comunque una pratica strettamente amministrativa nel particolare contesto giuridico della Repubblica Argentina.”

Qualche considerazione.
Anzitutto il comunicato riconosce l’intervento di PF nella vicenda.

Limita la portata giuridica dell’atto alla Chiesa argentina, e anche questo è corretto: non si tratta di un atto con valore universale.

È più difficile invece volerne ridurre il significato derubricandolo a “pratica amministrativa”. Un atto amministrativo non è per ciò solo privo di significato sostanziale, per diversi ordini di ragioni.
Anzitutto non si tratta di un semplice atto di amministrazione di cose, ma di un atto di governo di persone (una persona giuridica è, secondo le nozioni classiche romanistiche e canonistiche, una corporazione e non una fondazione). Dunque non è un mero atto “tecnico” e neutrale, ma un esercizio di autorità su persone che si debbono presumere cattoliche, dacché solo sui cattolici l’autorità ecclesiale ha potestà di governo.
In secondo luogo, la Chiesa non è uno Stato liberale, in cui l’unico criterio di legittimità è di tipo formale, ossia il fondamento della legge generale ed astratta, quale espressione della volontà generale. Nella Chiesa ogni atto, ancorché formale, non prescinde e sempre presuppone una legittimità sostanziale, che coincide con la Fede e la salus animarum. Le forme sono sempre strumentali ad essa. Questo caso non fa eccezione, ed eccone la prova: vi immaginate una diocesi che riconosca come società di vita apostolica e persona giuridica di diritto canonico una associazione di luterani o di testimoni di geova? Se c’è stato un riconoscimento della FSPX, è perché se ne ammette, anche solo implicitamente, la piena cattolicità.
Poi si può dire, come fa il comunicato, che trattasi solo di “una formalità che permette di regolarizzare i rapporti amministrativi con lo Stato argentino (visti di ingresso e di soggiorno, proprietà degli immobili etc.)”. Ma perché, allora ci si domanda, la Chiesa argentina dovrebbe agevolare il ministero di un gruppo di eretici, scismatici e, ciò che per le autorità è peggio, anti-conciliari: un pericolo per la Chiesa ed il mondoI?

don Camillo ha detto...

Ben detto viandante e Peregrino Tuc

Ma quel che più conta è la "mens" del Santo Padre, che è espressa in modo chiaro e lampante... in termine curialese è entrare anzi un irrompere nella vicenda Santa Sede-SPX, calcisticamente, a gamba tesa... motu proprio, rompendo le posizioni e gli equilibri di forza... e lo si vede dalle parole imbarazzate di una Ecclesia Dei confusa e nervosa forse perchè ha letto la notizia sui blogs, o da qualche velina sfuggita dalla segreteria di Stato il giorno prima della pubblicazione?

Chi lo sa!


hpoirot ha detto...

. ..Questo caso non fa eccezione, ed eccone la prova: vi immaginate una diocesi che riconosca come società di vita apostolica e persona giuridica di diritto canonico una associazione di luterani o di testimoni di geova? .."


ah ah ah che risate, perche il riconoscimento dei neocatecumenali con tanto di lodi e omaggi, il loro invio nel mondo per "evangelizzare le genti" cos'é se non la prova lampante che la chiesa di oggi HA GIA approvato ufficialmente dei non cattolici ??

La canonizzazione di Helder Camara (come dicevo prima) rientra anche lui in questa categoria. Un non cattolico pro-aborto, pro anticoncezionali, che si é schiarato apertamente contro la Humani Vitae di Paolo VI BEATO, e presto santo (per volere della mens papale)

Iacobus ha detto...

Ancora non ho letto tutti i commenti ma per me ci sono due fatti importantissimi:

1) La Fraternitá San Pío X é stata riconosciuta dal Cardinale Poli come parte della Chiesa Cattolica in conformitá con le disposizioni del Codice di Diritto Canonico.

2) Sia il comunicato stampa della Agenzia DICI come le parole di Mons. Pozzo fanno pensare che entrambi parti stanno cercando di minimizzare il riconoscimento.

A mio avviso il primo fatto rappresenta l'ultimo passo verso un accordo pieno ed universale che ormai sembra imminente, poiché non si puó mettere in discussione che la Fraternitá ha una posizione canonica nella Chiesa Cattolica (e quindi niente scisma, poca comunione, ecc). Il secondo fatto forse ci rivela che quel riconoscimento é stata una specie di prova per vedere come reagiscono le parti piú ostili al accordo tra la Fraternidad e la Santa Sede. Ció spiegherebbe l'impegno per minimizzare la notizia, perché puó darsi che veramente lo facciano per evitere ulteriori boicotaggi tanto da una parte como dall'altra.

Iacobus

PS. Scusate il mio italiano.

Peregrino Tuc ha detto...

Perché, nella Chiesa non ci sono mai stati eretici non professi? E perché mai la vicenda neocatecumenale dovrebbe inficiare il riconoscimento della FSPX, dov'è la logica? Poirot, qualche risata in meno e un po' di storia ecclesiastica e diritto canonico in più gioverebbero.
Stia bene.

don Camillo ha detto...

A mio avviso il primo fatto rappresenta l'ultimo passo verso un accordo pieno ed universale che ormai sembra imminente

Iacobus, "imminente", secondo me come è imminente una guerra atomica che investirà tutto questo porco mondo.

Io non mi aspetterei niente di più... in ogni caso, come ebbi a scrivere, in tempi assolutamente non sospetti, solo Francesco potrà e avrà la forza di dare giustizia alla battaglia di Mons. Lefebvre... nei mondi più tranquilli e imprevedibili... Così è stato!!

Anonimo ha detto...

Caro don Camillo, senza la remissione della scomunica ai 4 vescovi e il motu proprio dell'emerito che lei sbeffeggia continuamente non saremmo mai arrivati a questo atto amministrativo che è cosa buona ma che non sarebbe arrivato senza gli atti precedenti né ha richiesto la stessa forza e lo stesso coraggio. Prendiamo atto della cosa, ma aspettiamo, anche perché io sto a quel che dicono gli attori in campo e la Fraternità ci va molto prudente, poi si vedrà.
Leggo invece con piacere gli ultimi interventi del Papa su ideologia di gender e aborto, in linea con GPII e Benedetto XVI e ciò mi rende rende felice perché non ho odio ideologico verso il Papa come invece lei ha verso il predecessore

don Camillo ha detto...

E perché mai la vicenda neocatecumenale dovrebbe inficiare il riconoscimento della FSPX, dov'è la logica? Poirot, qualche risata in meno e un po' di storia ecclesiastica e diritto canonico in più gioverebbero.
Stia bene.


Sì ora la vera battaglia sarà dentro la Fraternità, perchè oramai la strategia pozziana, cestinata da Papa Francesco non potrà più far paura a nessuno!

Ma la generosità di questa fraternità, e il loro sincero amore per questa Chiesa che sembra alloggiata nel Titanic, supererà ogni aspettativa.

don Camillo ha detto...

Non ho odio ideologico verso il Papa come invece lei ha verso il predecessore

Questo lo dite voi... voi che avete una sorta di infatuazione verso la figura del Papa, io l'ho persa, grazie a Dio, qualche anno fa.... fatelo pure voi, e imparate a leggere i fatti della Chiesa senza dolori di pancia, piuttosto! guardate la Tradizione della Chiesa, MA non con nostalgia (come fate molti di voi), perchè il solo pensiero di "ritornare indietro" mi fa venire il vomito...
Lasciate l'Emerito, nella grotta che si è scelto LUI! Non imitatelo per favore... guardate il futuro con fiducia, perché Gesù non dorme sulla nave! ... e questo Papa che Lui ha scelto per noi, ci stupirà e in positivo sopratutto per quel che riguarda il Sinodo sulla famiglia! Non abbiate paura ... il Meglio deve ancora venire!

Peregrino Tuc ha detto...

Andreas Hofer non accettò l’armistizio concluso dall’Imperatore Francesco con Napoleone e continuò nondimeno a combattere “für Gott und den Kaiser Franz”. Ecco, qui risiede la differenza tra una legittima resistenza suo malgrado partigiana ed una partigianeria compiaciuta già abitata da uno spirito rivoluzionario.

L’autorità è costitutiva della Chiesa per la stessa volontà di Cristo, e non ce ne si può sbarazzare con un qualche principio di teologia morale tomista, usando la Summa come Lutero usò la Bibbia. Monsignor Lefebvre conosceva molto bene questo pericolo e visse la sua intera vicenda con il dolore nel cuore per non essere più un “soldato regolare” e invitando costantemente a non cessare di “andare a Roma”. Credo che Monsignor Fellay sia un suo degnissimo erede che manterrà l’unità interna con prudenza e carità.

Peregrino Tuc ha detto...

... perché Gesù non dorme sulla nave!

ECCO!!!

Peregrino Tuc ha detto...

Reverendo, questa mi è nuova. Allora se non sono "confessato" e recito le preci di comunione spirituale faccio sacrilegio?

http://www.corrispondenzaromana.it/notizie-brevi/i-divorziati-risposati-non-possono-fare-la-comunione-spirituale-ribadisce-larcivescovo-stanislaw-gadecki-presidente-della-conferenza-episcopale-polacca/

Anonimo ha detto...

Don Camillo, Dio ha scelto per noi anche il Papa emerito e ci ha dato molto (motu proprio, remissione della scomunica ai 4 vescovi, lotta al relativismo etico di questo mondo e anche di molti vescovi vedi Kasper, Daneels et similes) pur con le sue fragilità umane, lo stesso farà con Francesco? Spero e, come ho scritto ho notato e riconosciuto ultimamente il cambio di rotta dopo alcuni gravi errori iniziali (pensa che Francesco ripeterebbe il nefasto "chi sono io..." visto come lo stanno usando contro di lui? Sceglierebbe ancora come interlocutore Scalfari che gli mette in bocca un'eresia al giorno? Io non credo); ho fiducia in Cristo don Camillo, la Chiesa è sua né di Francesco né di Benedetto e, anche se i tempi sono oscuri, saprà salvarla perché ce lo ha promesso. L'azione dei Papi guardiamola con obiettività, senza faziosità però, né in un senso né nell'altro.
Per quanto riguarda il sinodo sulla famiglia, preghiamo don, anche perché ha visto questo mondo come si sta riducendo tra perversioni, matrimoni gay e quant'altro: serve una posizione forte e chiara. Le scelte fatte dal Papa per il sinodo dell'ottobre scorso erano indubbiamente preoccupanti (Kasper, Forte, Daneels..) ma sta notando un cambiamento di rotta in vista del prossimo, per cui confido che abbia ragione lei. Per come la vedo io (ma è solo un'opinione) Francesco ha cominciato appoggiandosi ai peggiori progressisti, forse anche inebriato dal consenso dei media massonici, ora si è accorto che lo stanno usando per abbattere le dighe morali e dottrinali della Chiesa e sta invertendo rotta: una cosa simile era successa, mutatis mutandis, a Paolo VI. Simone ha deciso di fare Pietro? Lo spero tanto e prego per lui ogni giorno, siamo cattolici non papisti, ma Dio sa, quanto abbiamo bisogno di una guida sicura e chiara in tempi così difficili (a tal proposito, ha letto l'intervista del Cardinal Sarah? Davvero bella e confortante)
Un saluto
John

Anonimo ha detto...

Leggendoti spesso nei tuoi vari commenti anche in altra sede, devo dirti "bravo John" per la tua onestà intellettuale, per aver colto anche i segnali molto positivi che stanno arrivando da questo pontificato...oltre a quelli che erano naturalmente già presenti da prima, su tutti l'attenzione continua verso gli ultimi, i più poveri (ma qua da sempre Bergoglio è solito andare in quella direzione, anche dando un esempio nella sua vita personale, ben prima di diventare papa).

Aggiungo infine che ultimamente Francesco sta sempre più toccando con forza il tema dei fratelli cristiani perseguitati...

Anonimo ha detto...

Anonimo, ti ringrazio.
Cerco di non avere pregiudizi, né in un senso né nell'altro; perlomeno ci provo, senza tralasciare la parresia che è cosa ben diversa dall'ostilità preconcetta e ideologica, da qualunque parte venga. Un saluto
John

Anonimo ha detto...

Scusatemi.., ma a proposito dei fratelli nella fede perseguitati appena nominati poco fa, ieri al termine dell'Udienza, Francesco ha salutato alcuni familiari di Asia Bibi, in particolare il marito e una figlia...

"Un viaggio della speranza. Con l’incontro e il baciamano al Papa, all’udienza generale di oggi, i familiari di ASIA BIBI (la donna cristiana pakistana accusata di blasfemia e per questo condannata a morte e che si trova in carcere dal giugno del 2009..) hanno affidato a Francesco la sofferenza di una innocente, in carcere da oltre cinque anni in Pakistan, condannata a morte per false accuse di blasfemia.

«Santo Padre, preghi per Asia Bibi, per noi, per tutti cristiani perseguitati in Pakistan», hanno detto tra le lacrime a Francesco nel breve colloquio dopo l’udienza. Il Papa li ha ascoltati, accolti e benedetti, assicurando la sua vicinanza e preghiera: «Prego per Asia, per voi e per tutti i cristiani che soffrono», ha detto il Pontefice."

FONTE
http://vaticaninsider.lastampa.it/nel-mondo/dettaglio-articolo/articolo/asia-bibi-40416/


"...chiedo aiuto all’Italia e all’Europa. La voce di Ashiq Masiq è bassa, a volte quasi un bisbiglio, ma ferma, quando parla delle sofferenze di SUA MOGLIE ASIA BIBI, della sua famiglia, e di tutta la comunità cristiana pakistana martoriata dalla violenza.
E’ a Roma con uno dei suoi cinque figli, la giovane Eisham, QUINDICENNE, che commossa ripercorre i fatti che hanno portato all’arresto della madre, per aver avuto un diverbio con altre donne, un affronto che a lei, cristiana, non si poteva perdonare. Anche a Eisham non l’hanno perdonato, e anche lei, ad appena nove anni, fu picchiata assieme alla madre da chi voleva loro imporre la conversione all’islam. Ai figli manca l’amore della mamma, continua il padre, che incoraggia Eisham a parlare, nonostante le lacrime sul volto della ragazza."

Fonte http://it.radiovaticana.va/news/2015/04/15/francesco_saluta_i_familiari_di_asia_bibi/1136930

Ugoccione ha detto...

Caro don mi permetta alcuni appunti:

a) sono d'accordo su quanto lei ha risposto al caro amico Hpoirot, che lo capisco.

Lo capisco giacchè la FSSPX è stata per decenni brutalmente attaccata da tutte le parti, altro che FI!!!!

Questo è il clima ha prodotto la dura posizione di Hpoirot che non condivido ma ripeto capisco.

L'intervento di viandante lo trovo pertinente.

b) quei che ora vengono qui, e che si beccano "attestati di stima" pur dimostrandosi tempo addietro assolutamente l'opposto mi fanno sorridere.

Si, mi fanno sorridere come quei che fino all'altro giorno continuavano a difendere l'indifendibile come la tesi socciana, che su certi lidi addirittura era stata preparata mesi prima dell'arrivo di "non è Francesco" con articoli e commenti da "sballo" .
C'è chi, addirittura, aveva iniziato fare la diagnosi psichiatrica di Papa Francesco, c'è chi versava e ancora versa lacrime di vedovanza. C'è chi invece di vedere le voraggini dell'emerito vede solo difetti o piccole mancanze chiamate "bachi".

Tuttavia, nel momento in cui qualche comemntatore e, quello si veramente intellettualmente onesto (e qui ricordo il caro ed indimenticabile Una Sola Fede) faceva notare che le stesse eresie di Papa Francesco le avevano sempre dette il GPII e il BXVI sono stati brutalemnte censurati. E questo è il modus operandi di certi "campioni" che si son messi in testa di difendere la Tradizione.

Ora a questo si aggiunga l'abominevole silenzio di certi noti ratzingeriani e woityliani che mentre sono zelanti nel trovare le storture (non che non ce ne siano eh) di Bergoglio fanno finta che lui sia il colpevole di tutto, il capro espiatorio e censurano le prime e più importanti storture dei suoi predecessori a partire da G23 in poi.

Non solo ciò che mi fa veramente schifo di questi signori e signore è che ora con una certa "eleganza" vorrebbero far dimenticare ciò che hanno fatto o detto fin poco tempo fa, visto che papa Francesco ha detto quello che andava detto sul genocidio degli Armeni il primo del XX secolo.

Tuttavia io non dimentico la cronologia storica dei fatti che è l'unico e imprenscindibile metro di misura per smascherare amici e nemici della verità, veri o falsi profeti.

Ricordo che, ancora oggi si nega che il GPII abbia baciato il corano e che ne abbia fatto di tutti i colori. Così come si nega che se abbiamo l'illecita figura dell'emerito è solo responsabilità del BXVI. Si ma a lui tutto si può perdonare ha fatto il summorum pontificum.... certo lo ha fatto ma come e in che modo lo fatto mettere in pratica? Oh si, certo tutti lo hanno disobbedito.... non sarà che invece il summorum NON era ed è vincolante e obbligatorio?

Se non ci fosse stata la FSSPX non ci sarebbe nessun summorum!!!

Poi BXVI dicono è un grande teologo... teologia parola magica al giorno d'oggi..peccato che personalmente dei teologi non so proprio che farmene.

I Santi non erano teologi erano taumaturgi e sapevano spiegare in semplici parole il mistero di Dio. Questa è la vera Teologia con la T maiuscola il resto mi fa sorridere.

Scusi don la franchezza.

P.S. grazie caro Er Peccatore per i bei versetti e commenti in dialetto romanesco che io adoro.

Anonimo ha detto...

Uguccione,
si riferisce a me con le frecciatine? Se sì circostanzi la cosa, perché vede, io rispondo di quel che dico e penso io, non appartengo al gruppo di quelli che, quelli lì ecc...ognuno risponde personalmente di quel che dice o fa. Mescolare Socci (mai condiviso la tesi dell'elezione invalida, dove l'ho mai detto?), il bacio del Corano di GPII (chi l'ha mai negato) in un miscuglio di accuse generiche serve a poco.
L'onestà intellettuale sta nel dire, indipendentemente dalla persona in questione, se una cosa è giusta o sbagliata
John

Anonimo ha detto...

Quanto a censurare Una sola fede beh guardi, personalmente l'ho sempre stimato, indipendentemente dal fatto che non sempre fossi d'accordo con lui e la cosa, stando a quel che mi ha sempre detto, era reciproca, qui abbiamo fatto delle belle discussioni all'insegna del rispetto l'uno dell'altro. In ogni caso io non ho blog né siti, cosa potrei censurare??? :-)
John

Ugoccione ha detto...

John le mie non sono frecciatine sono verità cronologiche dei fatti intende?

E, come non le è stato difficile intuire che certi attestati di stima mi fanno sorridere, non le sarà altrettanto difficile, intuire la "summa" riguardo ciò che ho scritto sulla tesi socciana. Infatti parlavo di quei che hanno dato ampio spazio e censurato altro e, dunque non capisco la sua reazione se come dice non è mai stato d'accordo con essa.
Se miscuglio vede in ciò che ho scritto, significa che lei di storia e fatti di Chiesa ben poco sa.

Ecco il rispetto comincia da qui e non da toni o presunti tali.

Smettiamola di fare le principessine offese e smarrite.

Grazie.

P.S. che lei non fosse d'accordo con Una Sola Fede non sarebbe una novità. Le mancano molti tasselli di storia da apprendere, altresì dove ha letto che a censurare sarebbe stato lei? Saluti.

Peregrino Tuc ha detto...

Ben trovato John.
Sì, hai individuato una serie di elementi positivi che lasciano davvero ben sperare. Diamo atto a don Camillo di averci "creduto" da subito, probabilmente anche agevolato dal suo osservatorio privilegiato (altro è leggere la stampa, altro è stare tra il clero romano ...).

don Camillo ha detto...

b) quei che ora vengono qui, e che si beccano "attestati di stima" pur dimostrandosi tempo addietro assolutamente l'opposto mi fanno sorridere.

Dai voglio credere (LO VOGLIO) alla loro buona fede... in fondo il partito antibergogliano è composto da Direttori di quotidiani e illustrissimi direttori di riviste, e noti scrittori di libre divulgativi... ect.. si fa presto a mettersi su tali carri, anzi non costa nulla fare da claque non pagata...

In ogni caso, credimi non ho alcuna acredine, sono solo dispiaciuto, hanno perso l'opportunità di godere di un pontificato come questo ricco di umanità e di amore per le anime (con tutti i se e i ma che sappiamo e non ho mai negato)... se ci fossero parroci come questo Papa avremmo veramente un piccolo Paradiso in terra!!!

Ora la mia preoccupazione è rivolta ai potenti seguaci della TFP, specie quelli SudAmericani... non perdoneranno a Papa Bergoglio questo ennesimo e bruciante affronto! Stoccata finale, direi! Spero nel loro buon senso e nel loro dichiarato amore incondizionato per la Chiesa e per il Suo Vicario!

Ogni affronto al Papa, anche indiretto (perché tanto il mondo è più piccolo di quel che si crede), non porterà che disgrazie a questa comunque benemerita Associazione.

Anonimo ha detto...

Uguccione, verità cronologiche dei fatti?
E che c'entra? A me mancano tasselli di storia, però forse a lei mancano tasselli di umiltà e la libertà intellettuale per capire che si possono criticare certe uscite papali dell'attuale pontefice che oggettivamente sono state perniciose ma, allo stesso tempo, riconoscergli che ultimamente sta cambiando rotta. Questa è libertà e il rispetto inizia anche da qui.
Ps Guardi che si può dissentire da una persona su alcuni frangenti e allo stesso tempo stimarla, evidentemente per lei questo è incomprensibile.
Saluti

Anonimo ha detto...

Salve Peregrino,
aspettiamo e vediamo, qualche segnale incoraggiante c'è
John

don Camillo ha detto...

qualche segnale incoraggiante c'è

Illustre anonimo di passaggio, i segnali ci sono stati dal primo momento che Bergoglio è uscito sul balcone dopo la Sua legittima e validissima Elezione, ma voi (dico voi, ma da anni non seguo più nessun blogs...) forse eravate impegnati a dire e fare altre cose... a cosa sarà servito non lo so.

Ugoccione ha detto...

Senti John alias anonimo incorraggiante e autostimante, la cronologia dei fatti non c'entra?

Ecco appunto..... e poi mio caro, dove avrei detto che non si può dissentire su ciò che ha detto papa Francesco? Un conto è dissentire un altro è dare spazio a voci che non hanno fatto alcun bene anzi. Ma che te lo dico a fare.... si capisce al volo ciò che vai dicendo.

Caro don, la mia potrebbe sembrare acredine invece è solo senso di giustizia, che può non piacere ma il parlare franco è un dovere.


Se devo dirla tutta, non amo chi si presenta elegante amo la sincera spontaneità che in pochi qui hanno a parte Lei, Er Peccatore e l'oramai fu Una Sola Fede nel senso che non si è più visto.

Detto questo, so riconoscere lo stile movimentista che hanno certi commentatori e mi creda mi danno ai nervi, perchè oltre a quei noti se ne sono aggiunti altri due quei dei ratzingeriani e quei dei woytiliani.

Lei don scrive:

Ora la mia preoccupazione è rivolta ai potenti seguaci della TFP, specie quelli SudAmericani... non perdoneranno a Papa Bergoglio questo ennesimo e bruciante affronto! Stoccata finale, direi! Spero nel loro buon senso e nel loro dichiarato amore incondizionato per la Chiesa e per il Suo Vicario!

Sono d'accordo!! Questi sono come i focolarini, quei della s. egidio i carismatici i neocatecumenali gli opus dei i ciellini da noi. Vedrà che l'attacco di queste associazioni laiche (a parte opus e cl) non tarderà... infatti hanno difeso il papa dopo l'attacco di erdogan? Le risulta?

A proposito don, un OT ma è vera la notizia che quasi tutte le segretarie dei berrettini rossi sono focolarine e che questi con quei della s.egidio da anni collaborano con Anti-Defamation League?

Er peccatore ha detto...

O CARISSIMO UGOCCIONE
E TU PURE, JOHN, FRATELLO...

… via, che fate…
e nun state a davve sotto
rimettete via la spada:
er passato ormai è passato
e nun merita tornacce…

E poi ognuno ha la su’ idea
che però se po’ cambià,
e comunque lo sapemo
che co’ er guajo che s’è avuto
co er peccato origginale
(poi co’ nostri personali)
nun è mica cosa dorce
pe’ l’orgojo che ciavemo
rivedè quarche passetto
o sterzà la posizione,
e perciò quanno è un fratello
che s’abbassa e che lo fa
a me pare una gran festa!

E magara lo sapessi
fare io, er sotoscritto,
che me scrivo “ER PECCATORE”,
quanno poi, fratelli cari,
io nun so schiodamme punto
la durezza via dar core,
e dovrei piutosto piagne
e implorà dar Padre nostro
fede armeno suficiente
a cambià davero pelle…

Nun volevo falla lunga,
perciò chiudo e qua de novo
ve ripeto:
famo i bravi, amichi mia…
specie ora che er Don nostro
HA DECISO D'INVITACCE
TUTTI 'NZIEME IN TRATTORIA! ;-) ;-)


Anonimo ha detto...

Don, sul fatto che l'elezione fosse validissima non ho mai obiettato.
Sui segnali incoraggianti da quando si è affacciato al balconi non so cosa intenda: il buonasera invece del Sia Lodato Gesù Cristo? L'abolizione di alcuni simboli papali? Santa Marta? Il chi sono io per giudicare? Gli inviti a Scalfari che gli ha fatto dire un'eresia al giorno (sia chiaro, io non credo che il Papa abbia detto che non esiste la punizione eterna, ma scalfari glielo ha fatto dire e non è stato corretto dal solerte Lombardi)?
Il sinodo affidato a tutti gli elementi più ultraprogressisti (Kasper, Forte ecc...)? No don, i segnali incoraggianti si stanno vedendo adesso con discorsi chiari che non si possono ignorare o equivocare su aborto, ideologia tender ecc..., sulla persecuzione dei cristiani, con l'inserimento al prossimo sinodo, finalmente, di persone che difenderanno la sana dottrina, non tutti progressisti. Papa Francesco si è accorto che il compiacimento riservatogli dai media (che odiavano il predecessore) era teso a distruggere la Chiesa, la sua morale, la sua dottrina e allora ha cominciato ad essere Pietro, ad invertire la tendenza; io non ho problemi a dargliene atto pure qui sul suo blog, ne sono felice, sarebbe stato giusto dare atto anche a Benedetto di quel che ha fatto di buono (e non è poco), il che non vuol dire che non si possano fare delle critiche, ma senza tifoseria.
John

Anonimo ha detto...

Uguccione,
dunque primo secondo lei, se ho ben capito, io sarei lo stesso che mi faccio i complimenti?? Ma davvero siamo a queste elucubrazioni mentali? Manco mi sarebbe mai venuto in mente. E a che voci darei spazio? Boh...E poi sarei uno di quei movimenti...??? Mi spiace, mai fatto parte di nessun movimento. Lei non ama chi si presenta elegante? Beh, primo non sono elegante, secondo non mi interessa essere amato da lei, terzo a mia volta non amo chi spara giudizi sugli altri senza sapere nulla lanciando accuse a vanvera. Può sembrare acredine dice? No, lo è, e abbastanza inutile e poco costruttiva.
Qui ho discusso costruttivamente con Una sola fede, con Peregrino, mai ho avuto problemi e ho deciso di intervenire perché mi sembrava giusto.

Peccatore, complimenti per la sua poesia, è davvero bella e ha anche ragione in fondo, ma non è facile quando si va sul personale
John

Ugoccione ha detto...

Te lo dico per l'ultima volta John, quello che ho scritto di te riguarda il 10 % il resto è in generale, lo comprendi o devo farti un disegnino?

Movimenti e TUTTO il resto E' generale lo hai letto? Quanto alle elucubrazioni mentali pensa a trovarle dove veramente ci stanno, anche perchè non sarebbe la prima volta che uno scrive con un nick e poi lo cambia in "anonimo" lo hai fatto tu nel tuo delle 15:38 e dunque dove sta il problema? Detto questo l'autostima che ho sottolineato è stata la risposta che hai dato a chi qui ti ha elogiato in anonimo con il mio carattere "acredinoso e poco umile" avrei risposto diversamente pensa un po'....anche perchè i tuoi commenti passati li ho letti e dunque non ho riscontrato assenza di pregiudizio su papa Francesco nemmeno quando ti sbattevano in faccia questo o quello di GPII e di BXVI dunque...


Hai cambiato idea su papa Francesco? Bene, fatto sta che per essere totalmente sinceri e in buona fede, si DEVE far memoria del passato. Ovvero ciò che è avvenuto prima di papa Francesco e che ci ha portati sino a qui. Per l'acredine e poca umiltà che io avrei, pensa a quello che vuoi non me ne può fregà de meno.

Caro Er Peccatore, hai anche ragione, ma permettimi di dirti che buona fede sincerità la si deve dimostrare a 360 gradi. Poi se uno ritorna in sè buon per lui, io non mi fido nè delle belle parole nè di stili tantomeno di pseudo intellettualità, ma solo dei fatti. Un caro saluto e per il momento la chiudo qui.

Anonimo ha detto...

Uguccione,
non le viene in mente che nel messaggio delle 15.38 abbia semplicemente scordato di firmare? Molto semplice, se avessi voluto l'anonimato l'avrei semplicemente mantenuto.
Sì, mi faccia un disegnino grazie, visto che non riesco a capire quando parla in generale o di me, magari gliene faccio pure uno io così capisce quello che sto dicendo continuamente: io NON ho cambiato idea su nulla, io registro i fatti: le obiezioni che ho posto su Francesco le confermo, però onestà mi impone (non ero obbligato, ma lo faccio volentieri) di registrare un cambiamento in positivo nell'ultimo periodo e sono venuto a scriverlo proprio sul blog di don Camillo: questo denota proprio l'assenza di pregiudizio, quello che lei ha dimostrato e dimostra continuamente per Benedetto XVI, se lei legge pregiudizi in ciò non so che farci. Infine sulla mia buona fede io non ho dubbi, dei suoi non me ne importa assolutamente nulla, ed ora anch'io la chiudo qui perché un pomeriggio intero di polemica sterile e inutile è troppo.
Ringrazio don Camillo per l'ospitalità e spero che lui, al di là di alcune divergenze, abbia compreso il mio intento
John

don Camillo ha detto...

Alè, allora vediamo un attimo:

Sia Lodato Gesù Cristo?
Quale è il problema? "Buonasera" è una Blasfemia, e poi la frase detta nella sua Prima Omelia "Chi non prega Gesù Cristo prega il diavolo", tutti se la sono scordata? IO NO!!!!


L'abolizione di alcuni simboli papali?
Quali??? Il fanone che impropriamente ha utilizzato l'Emerito in un delirio di nostalgismo? Pizzi, merletti? ect, io non ne sento la mancanza! Come mettere rattoppi liturgici di panno vecchi in vestiti mal cuciti e mal pensati ma nuovi.

Santa Marta?
Mi pare un ambiente più che dignitoso, contando che G23 andò ad abitare sulla Torre dei Giardini Vaticani.

Il chi sono io per giudicare?
Reggiti forte io la penso nello stesso modo! NELLO STESSO MODO! In uno Stato elettosi laico che con le mie tassi finanzia quella strage silenziosa chiamata ABORTO, io mi metto a pensare anzi a contrastare a due uomini che vogliono vivere insieme scambiandosi mutuo rispetto e fedeltà e magari cercano Dio?!
Circa poi il Sinodo, ma chi la tocca la FAMIGLIA? Ma è vero quel che dice il Papa, che è quello che vediamo noi, con l'approvazione del divorzio (altra abominazione, o "conquista" laica firmata da un democristiano) che grado di consapevolezza hanno le unioni? Il Sinodo con un Papa che ha già raddrizzato, Grazie a Dio, la rotta, indicherà quale sarà la via da seguire!

Gli inviti a Scalfari
Li preferisco ai voltafaccia dell'Ateo, (non più devoto) di Ferrara e del suo Profeta (ex) Cristiano Allam.

Grazie Peccatore, complimenti per la poesia...

Elisabetta ha detto...

Padre Georg: "Ecco perché Ratzinger ha lasciato il papato"

"Ratzinger "non sta scrivendo nulla. Mi ha detto: il Gesù di Nazareth era il mio ultimo libro, la mia vita scientifica è conclusa. Non ho più la forza per scrivere. E poi: se avessi ancora la forza per scrivere, non avrei rinunciato al papato", ha conlcuso Georg."


Don Camillo io non ho più parole! Stento a credere a quel che leggo! da fuori di testa!

don Camillo ha detto...

Elisabetta, assolutamente imprudenti queste dichiarazioni di Mons. Georg, specie dopo un pontificato che ha commosso il mondo come quello di GP2, che ha saputo dare un senso sorprendente e sovrannaturale alla malattia...

E comunque coerente con il suo modo di pensare, carico di Immanentismo... non aggiungo altro, dichiarazioni che si commentano da sole!

don Camillo ha detto...

John, sei il benvenuto, non ho nulla contro di te, ne contro i commentatori di altri blogs, è finito il tempo delle contese, almeno da parte mia...

Ma permettimi di ragionare ancora insieme!

Elisabetta ha detto...

"Rimango nascosto per il mondo" Benedetto XVI 14 febbraio 2013

Peregrino Tuc ha detto...

" la mia vita scientifica è conclusa. Non ho più la forza per scrivere. E poi: se avessi ancora la forza per scrivere, non avrei rinunciato al papato"

Il papato trattato come una cattedra universitaria. Perfetta coerenza con il conferimento del titolo di emerito!

Er peccatore ha detto...

U. e J.
scusatemi davero se prima mi sono permesso de scrive quela cosa piccoletta co' versacci mia, ma capisco assolutamente nun richiesta e che poteva risonà un po' come 'n'impiccettata... :-(

... ma siccome ve leggo nun da oggi, ma da mo', me dispiaceva sentivve così, propio voi che sete tra l'antro fratelli che se sente anche da fora che avete er core bono e parecchio sincero...ognuno sia chiaro co' er carattere suo, tarvorta sanguigno, e la storia sua... e sopratutto l'affetti sua che magari v'hanno pure aiutati ner percorso de la fede vostra rispettiva, come spesso avviene... e questo nun pò impedi' certo de volesse anche bene...anzi sò convinto che ve ne volete pure se magari lì per lì nun ve sembra der tutto...

Perdonatemi ancora de l'invadenza, ma spero armeno d'ave' spiegato mejo er perchè de quela cosa, e che er Signore giudichi la bona intenzione...

Bonanotte a tutti quanti, ar Don in primisse... e grazie de tutto!

hpoirot ha detto...

Bergoglio nel 2013 definì Kasper "un grande teologo"...

hpoirot ha detto...

... e vi scaldate tanto per questa cosuccia.

PF é come tutti gli altri papi conciliari: in continua contraddizione su tutto. Come GPII e BXVI dice una cosa e anche il suo contrario.

Per questo Mons Lefebvre disse che non si puo' neanche discutere con i conciliari: é sneza speranza perché la loro parola fluttua come una foglia al vento.

hpoirot ha detto...

testualmente "Non si pu'o avere fiducai in loro"


http://gloria.tv/media/JaRnrfXMF6U

hpoirot ha detto...

comunque la frase peggiore é di don Camillo: "Sì ora la vera battaglia sarà dentro la Fraternità ..."

No! La vera battaglia (che non c'é se non da qualche mese a timidi sprazzi) dovrebbe essere a Roma e avrebbe dovuto cominciare 50 anni fa'.

E cosi' spostate il problema da noi. BRAVI!

Siamo al porto e dobbiamo scaricare 5 tonnellate da una nave. La SPX in 10 ha scaricato 200kg, il Vaticano in 100.000 ha scaricato si é no 2 etti.

E mo' il papa se ne esce con un'affermazione pro-SPX (contro un centinaio opposte) e voi subito a puntare il dito sulla SPX: "Allora, venite o no a scaricare é il momento"

Non ho parole...

hpoirot ha detto...

e anche la frase "un pontificato che ha commosso il mondo come quello di GP2, che ha saputo dare un senso sorprendente e sovrannaturale alla malattia..."

é da BRIVIDI !

il pontificato di GPII é piuttosto all'immagine si quando disse (in ginocchio suilla tomba di Ghandi) che i cristiani possono imparare molto da lui...

http://vaticaninsider.lastampa.it/nel-mondo/dettaglio-articolo/articolo/wojtyla-india-33614/

don Camillo ha detto...

E cosi' spostate il problema da noi. BRAVI!

Certo! Nessuno ha firmato nulla, i quelle genialate di B16 chiamati preamboli ora sono sono nel cassetto di Pozzo, Pietro, sfruttando questo pretesto, perché tale è, se ci pensiamo (Bergoglio poteva alzare la cornetta del telefono e chiamare la Kirchner, e dire "bella, da domani la SPX avrà tutti i benefici che chiedono in modo permanente PUNTO...." siamo in un paese sudamericano con un Papa sudamericano, non ci sarebbe stato nessun problema, in 12h sarebbe andato TUTTAPPOSTO)... e invece no! Spacca tutto, un vero colpodiscena (che io avevo già profetizzato).

Sì, ora è il tempo della riflessione, della consapevolizza e delle grandi decisioni.... a giudicare alcuni commenti che leggo nei blogs filo SPX, alcuno preferiscono essere "fuori"... (da cosa non so) ma FUORI, per non contaminarsi!?

Vabbè

Poi ovviamente la SPX, non è tutto questo esempio di integrità liturgica, quindi poche scuse! Grazie!

Peregrino Tuc ha detto...

Perbacco Poirot, "non si puo' neanche discutere con i conciliari". Ne ha informato Fellay e Pagliarani?

don Camillo ha detto...

,il pontificato di GPII é piuttosto...

Hpoirot, amico! Io parlato ovviamente di come ha vissuto il suo Pontificato umanamente, di come ha fatto vedere la sua malattia e debolezza in tutto il suo splendore cristiano!

Questo per me ha un gran valore e merito!

Anonimo ha detto...

Peccatore, carissimo, personalmente non mi sono offeso, anzi: ho gradito la tua poesia :-)) penso che tu abbia anche diverse ragioni

Anonimo ha detto...

Don,
dunque, innanzitutto grazie per l'ospitalità e la pazienza.

Veniamo alle questioni:
1) Andare a Santa Marta abbandonando l'appartamento pontificio, abbandonare le scarpe risse simbolo del martirio di s. Pietro, non usare la croce d'oro, dire buonasera al posto di Sia Lodato Gesù Cristo, mettersi il naso da clown: sono cose che non mi convincono, che puntano a desacralizzare la figura del Vicario di Cristo: è un pauperismo, un abbassamento che non mi convince, abbiamo bisogno di guardare in alto non di ciò, questo io penso. Naturalmente è ovvio, come dice lei non è Blasfemia, non è la cosa più grave, permetta però che non mi convinca, sarà il mio rifiuto istintivo verso certo pauperismo.
2) Quello che dice invece sulle unione gay mi lascia basito: non capisco il suo ragionamento, dato che lo stato consente un male terribile (l'aborto) allora aggiungiamo pure le unioni sodomitiche, come dire "dato che mi hanno sparato alla gamba e non cammino sparatemi pure sul braccio :-((
Ora pensa davvero che due gay si sposino "per cercare insieme Dio in un'unione gaia"??? Suvvia non ci crede neanche lei, almeno che non viva su un altro pianeta. Se un omosessuale vuole vivere cristianamente non si unisce con un altro uomo, vive in castità certo senza offendere il matrimonio cristiano scimmiottandolo imitando atti contro natura: o il Catechismo è cambiato e i peccati che gridano vendetta a Dio non esistono più?
Oltre a ciò le unioni gay, contro il progetto di Dio, portano con sé adozioni gay, uteri in affitto, ideologia di gender (chiaramente demoniaca), che vogliono imporre ai nostri figli: tutto questo sarebbe meno grave dell'aborto? no, è una violenza nei confronti del progetto di Dio e nei confronti dei bambini, le schifezze alla Elton John non le voglio qui.
E' evidente che il Papa non voleva aprire all'abominio degli unioni gay (come vorrebbero Marx, Kasper, Bonny ecc...) ma è evidente che una frase ambigua come quella da lui pronunciata avrebbe dato un'arma potentissima alle lobbies gaie: se legge i giornali i giorni successivi vede quanti "cattolici" hanno votato per l'approvazione delle unioni gay perché (l'ha detto il Papa) e quando noi cattolici ci siamo opposti ci siamo sentiti attaccare con violenza perché "non siete misericordiosi come il Papa". Il primo a rendersi conto dell'errore è stato proprio il pontefice che, nelle sue ultime catechesi sta contrastando questa ideologia demoniaca: ottima cosa, certo il danno è stato fatto e sarà dura rimediare.
3) Tra Scalfari e Ferrara-Allam preferisce Scalfari come interlocutore? Io no, premesso che non apprezzo nessuno dei tre, perlomeno Ferrara e Allam sono contro lo sterminio di massa dell'aborto (amato da Scalfari) e il duo ateo o ex cattolico (a differenza del massone repubblicones) perlomeno non va in giro a scrivere paginate che attribuiscono un'eresia del Papa al giorno (sia chiaro: io non credo che il Papa abbia detto che non esiste la dannazione eterna, però se scalfari lo dice sulla prima pagina di Repubblica e Lombardi non interviene a chi crederà la gente?), penso che anche su questo Francesco abbia imparato la lezione, non credo gli darà più interviste.
4) Sul sinodo che dire? Basta fare uno più uno: guarda i membri scelti al Papa al primo giro, legga l'orrida relatio intermedia (non cattolica) e guardi le prime nomine per il prossimo sinodo e il discorso del Papa: è ovvio che Francesco si ha accorto dove stavano portando la Chiesa i suoi prescelti e, giustamente, ha riequilibrato la situazione.
Non credo che si faccia un buon servizio a Francesco negando i suoi evidenti errori (la papolatria non serve) è giusto segnalare gli errori di strategia, complimentarsi quando agisce bene da Pietro (come fatto ultimamente) e credo che certe inversioni di rotta siano dovute anche a fraterne correzioni di alcuni buoni vescovi a lui vicini, più che agli adulatori in perenne estasi per ogni cosa

Anonimo ha detto...

Naturalmente gli ultimi due commenti sono miei
John

Peregrino Tuc ha detto...

http://vigiliaealexandrinae.blogspot.it/2015/04/linquadramento-canonico-della-fsspx-in.html

Er peccatore ha detto...

Grazie mille JOHN, m'hai rincorato...

...penzavo d'esse stato un pochetto 'nvadente co' voi due fratelli cari, infatti pure quanno se fanno le cose con bone intenzioni, mica è detto che siano sempre gradite all'antri e bisogna annacce co' i piedi de piombo se nun se vò fà peggio!

Er peccatore ha detto...

Per quanto riguarda invece ciò che ha detto stamatina DON CAMILLO nostro a proposito de la SOPPORTAZIONE DE LA MALATTIA (in questo caso se riferiva a Papa GPII), se sopportata con pazienza ed eventualmente pure con un pochettino de rennimento de grazie armeno ogni tanto, qua ce sarebero arcune citazioni che possono fà ar caso nostro, sia da la Bibbia, sia da quarche sant'omo spirituale...

Spero de nun annoià troppo...ma a me personarmente so' state tanto tanto utili, e ancora continuano ad essello...


1.Accetta quanto ti capita,
SII PAZIENTE nelle vicende dolorose,
(Siracide 2,4)

2.Satana si allontanò dal Signore e colpì Giobbe con una piaga maligna, dalla pianta dei piedi alla cima del capo. 8Giobbe prese un coccio per grattarsi e stava seduto in mezzo alla cenere. 9Allora sua moglie disse: «Rimani ancor fermo nella tua integrità? Benedici Dio e muori!». Ma egli le rispose: «Come parlerebbe una stolta tu hai parlato! SE DA DIO ACCETTIAMO IL BENE, PERCHE' NON DOVREMMO ACCETTARE IL MALE?».
(Giobbe 2,7-10)

3.“Ma la MALATTIA VALE PIU' DI UNA DISCIPLINA, ed è considerata come pratica ascetica o anche di più per colui che LA SOPPORTA con pazienza e rendendo grazie a Dio. E da questa pazienza egli raccoglie il frutto della salvezza”
(San BARSANUFIO anacoreta, VI secolo, detto “Grande anziano”: da “Barsanufio e Giovanni di Gaza, Epistolario”)

4.Il padre Poemen raccontava: «Il padre Coprio giunse a una tal misura, che, mentre giaceva a letto malato, RINGRAZIAVA E TENEVA A FRENO LA PROPRIA VOLONTA'»
(Da “Vita e detti dei Padri del deserto”)

Peregrino Tuc ha detto...

http://www.riscossacristiana.it/i-divorziati-risposati-possono-fare-la-comunione-spirituale-ribadisce-larcivescovo-stanislaw-gadecki-presidente-della-conferenza-episcopale-polacca/

Reverendo, ci dica una parola su questa faccenda. A me pare che così si inducano solo le anime a non pregare.

indignata ha detto...

Gentile don Camillo scusi il fuori tema: lei sa chi ha promosso a monsignore questo signor Giancarlo Perego il quale diabolicamente ha detto che l'uccisione dei 12 clandestini cristiani a bordo del solito gommone da parte di islamici maomettani non è da considerare come atto di odio religioso verso il Cristianesimo?

L'ecumenismo ci ha portato a questa invasione islamica ora chi di dovere dovrà pagare e qui intendo in primis gli uomini di chiesa e i politici compiacenti e pro invasione. Spero che la scure di Dio faccia il suo corso al più presto.
Pochi i blog cattolici che hanno ripreso la notizia e lo trovo vergognoso tra questi Chiesa e Post Concilio e Riscossa Cristiana.

Ecco parte di un articolo che trovo interessante:

Io penso – dicevo – che l’Europa o ridiventerà cristiana o diventerà musulmana. Ciò che mi pare senza avvenire è la ‘cultura del niente’, della libertà senza limiti e senza contenuti, dello scetticismo vantato come conquista intellettuale, che sembra essere l’atteggiamento dominante nei popoli europei, più o meno tutti ricchi di mezzi e poveri di verità. Questa ‘cultura del niente’, (sorretta dall’edonismo e dalla insaziabilità libertaria) non sarà in grado di reggere all’assalto ideologico dell’islam che non mancherà: solo la riscoperta dell’ ‘Avvenimento cristiano’ come unica salvezza per l’uomo – e quindi solo una decisa risurrezione dell’antica anima dell’Europa – potrà offrire un esito diverso a questo inevitabile confronto” (Cardinale Giacomo Biffi – Arcivescovo emerito di Bologna)

ancora:

E che cosa c’era da aspettarsi? In Italia sono state messe a disposizione degli immigrati clandestini le navi della nostra flotta per traghettarli nella nostra penisola, con la sciagurata operazione “Mare Nostrum”, alla quale è seguita l’altra, ancora in corso, non meno deleteria, “Mare sicuro” – nelle località di partenza sono affissi i cartelli con il prezzo del viaggio e addirittura del cibo e dell’acqua minerale per cui decine di migliaia di clandestini ci hanno invaso, accolti, a braccia aperte.....
....Siamo alla bancarotta, aumentano tasse e balzelli, ora dobbiamo pagare sulla prima casa tasse esose; viviamo facendo la coda agli sportelli per ingrassare Equitalia… e paghiamo a un “clandestino” – che ci disprezza – 135 euro al giorno, mentre molti dei nostri pensionati – i veri eroi silenziosi in questa nostra povera Italia – vanno avanti, facendo davvero miracoli, con sei o settecento euro al mese….

Non parliamo poi del buonismo melenso che è il figlio stupido di questi nostri tempi… e non parliamo nemmeno qui, a Borgo San Lorenzo, nella tana del lupo, dei preti che, se possibile, si comportano ancor peggio dei nostri politici; e sono proprio i preti che avrebbero dovuto spiegare, prima di questa invasione violenta, che : “L’Italia non è una landa deserta o semidisabitata, senza storia, senza tradizioni vive e vitali, senza un’inconfondibile fisionomia culturale e spirituale, da popolare indiscriminatamente, come se non vi fosse un patrimonio tipico di umanesimo e di civiltà che non deve andare perduto (per cui) …occorre che chi intende risiedere stabilmente da noi sia facilitato e concretamente sollecitato a conoscere al meglio le tradizioni e l’identità della peculiare umanità della quale egli chiede di far parte…(i)musulmani hanno…un diverso giorno festivo, una forma di alimentazione diversa (e fin qui poco male), un diritto di famiglia incompatibile con il nostro, una concezione della donna lontanissima dalla nostra (fino ad ammettere o praticare la poligamia) . Soprattutto hanno una visione rigorosamente integralista della vita pubblica, sicché la perfetta immedesimazione tra religione e politica fa parte della loro fede indubitabile e irrinunciabile, anche se di solito a proclamarla e farla valere aspettano prudentemente di essere in maggioranza (Card. Giacomo Biffi)....

http://www.riscossacristiana.it/la-chiesa-cattolica-islamica-di-borgo-san-lorenzo-ovvero-la-cultura-del-niente-di-vinicio-catturelli-ha-collaborato-leonardo-crescioli/

Grazie e porgo i miei saluti

indignata ha detto...

Pochi i blog cattolici che hanno ripreso la notizia e lo trovo vergognoso, tra questi solo Chiesa e Post Concilio e Riscossa Cristiana.

Scusate.

hpoirot ha detto...

dai adesso basta potete dirci che siamo su Scherzi a Parte.

O davvero cretede con don Camillo che questa persona é la soluzione a tutti i problemi??

http://www.aleteia.org/image/it/article/papa-francesco-gesto-corna-satanismo-rock-lingua-segni-5792089606455296/gesture_it/topic

don Camillo ha detto...

Peregrino TUC:
Tenendo conto di quel che è scritto QUI
che mi sembra una risposta più che equilibrata, ti dico anche che io ho in mente ben scolpite le parole di padre Cappello, che diceva che i Principi sono Principi e vanno sempre osservati, ma le anime non sono tutte uguali, a ciascuna va data la medicina che può prendere. In altre parole se un uomo ha un tumore prima di dargli la Kemio, devo controllare se può sopportarla... così in tante situazioni. Mi sarebbe comodissimo, da dietro la grata buttare in faccia tutta la verità, ma quando ci sono uomini risposati con figli che sinceramente capiscono di aver sbagliato ma non possono più tornare indietro, per tante ragioni che si fa?!

Proibirgli di fare la Comunione spirituale?

Gesù mio, io credo che sei realmente presente nel Santissimo Sacramento. Ti amo sopra ogni cosa e ti desidero nell' anima mia. Poiché ora non POSSO riceverti sacramentalmente, vieni almeno spiritualmente nel mio cuore. Come già venuto, io ti abbraccio e tutto mi unisco a te; non permettere che mi abbia mai a separare da te.

Io in coscienza non me la sento!

don Camillo ha detto...

Indignata, capisco il suo giusto disappunto, ma preferirei non commentare... bisognerebbe fare una premessa di geopolica che onestamente non mi va di fare!

don Camillo ha detto...

hpoirot, dai per piacere, preferisco credere che sia stato fatto un gesto che significa ILOVEYOU, così come sapevo e così come è stato riportato più e più volte dopo il viaggio nelle Filippine. Tagle lo conosco personalmente, un altro che è vicinissimo alla Fraternità... insostenibile la tesi dell'omaggio a satana! Cerchiamo di non tracimare, per cortesia!

hpoirot ha detto...

18 Aprile 2015 (cioé OGGI) papa Francesco, colui che secondo voi sta per sistemare tutto, incontra la setta del Cammino Neocat

cito :

"Il compito del Papa, il compito di Pietro è quello di confermare i fratelli nella fede. Così anche voi avete voluto con questo gesto chiedere al Successore di Pietro di confermare la vostra chiamata, di sostenere la vostra missione, di benedire il vostro carisma. E io oggi confermo la vostra chiamata, sostengo la vostra missione e benedico il vostro carisma.

Lo faccio non perché lui [indica Kiko] mi ha pagato, no! Lo faccio perché voglio farlo. Andrete in nome di Cristo in tutto il mondo a portare il suo Vangelo: Cristo vi preceda, Cristo vi accompagni, Cristo porti a compimento quella salvezza di cui siete portatori!


poveri illusi !

http://www.avvenire.it/Papa_Francesco/Discorsi/Pagine/discorso-papa-ai-necatecumenali.aspx

hpoirot ha detto...

scusate l'articolo di Avvenire data di oggi, ma l'incontro é avvenuto circa un mese fa.

La sostanza non cambia: come volevasi dimostrare ci sono decine di pesanti controesempi che inficiano il piccolo gesto proSPX e lo dissolvono nella melma conciliare.

hpoirot ha detto...

cito ancora le parole di PF:

Io lo dico sempre che il Cammino Neocatecumenale fa un grande bene nella Chiesa ...

Tanti sono i “doni” che Dio vi ha elargito, a partire dalle numerose vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata: Vedere tutto questo è una consolazione, perché conferma che lo Spirito di Dio è vivo e operante nella sua Chiesa, anche oggi, e che risponde ai bisogni dell’uomo moderno...

Questo è il Cammino Neocatecumenale, un vero dono della Provvidenza alla Chiesa dei nostri tempi...

Per chi non li conoscesse: una pseudo-messa neocat

https://www.youtube.com/watch?v=AnOqODhDXGc

Peregrino Tuc ha detto...

Don Camillo, sulla comunione spirituale sono del tutto d'accordo con la sua prassi. E le dico di più: per me non sono in questione neppure i principi. Non vedo come si possano mettere in relazione un sacramento ed una pia pratica che hanno in comune solo il nome.

don Camillo ha detto...

hpoirot, tu vorresti che un giorno il Papa, tipo DUCE, dicesse dal balcone, "dal Concilio non ci abbiamo più capito un cavolo, ritorniamo indietro"... questo per me sarebbe un incubo peggiore dell'attuale situazione in cui viviamo, per cui io preferisco guardare avanti, sempre avanti senza nostalgia, ma con il desiderio di rivitalizzare ciò che ci è stato tramandato dai Padri oggi! Insomma una visione Ortodossa, senza nostalgia!

Detto questo, è nota la mia avversione verso il Cammino, ma è anche vero che Francesco, pur dicendo in loro presenza tutto quello che si può dire, in linea con il predecessore, fuori dal contesto ufficiale in questi mesi ha tirato delle bombe atomiche che stanno facenno implodere tale struttura,

1. La valorizzazione della "religiosità naturale!": preghiere pellegrinaggi rosari, fiori alla Madonna, baci pubblici alle statue e icone ect, stroncando, anzi polverizzando i fondamenti del Cammino, e delle famose Catechesi Iniziali, che Bergoglio conosce bene, anche io! Ma questo tu non lo puoi capire... perché non le conosci...

2. L'aver tuonato contro le "famiglie numerose" nei modi in cui sappiamo, ovviamente i tradizionalisti, che c'hanno sempre la coda di paglia, hanno pensato che fosse diretta a loro, quando invece era diretta ai NC! E' scoppiato il putiferio, solo che i NC, hanno il divieto di scrivere sui blogs, quindi la cagnara è stata all'interno... mentre esternamente starnazzavano i tradi... gli avete dato pure una mano.. pensa!

3. Aver eliminato ogni influenza di Kiko sul Sinodo per le famiglie... è questo vale più di mille parole o gesti!!! MA queste cose ti sfuggono!!!

4. Ora manca una cosa, per dare il colpo di grazia, proibire, come sarebbe logico, "il triduo Pasquale CASERECCIO" che è una abominazione sia per come l'hanno pensato sia per come lo fanno. Ci sono parrocchia che celebrano 20 tridui pasquali (per quante sono le comunità neocat) in un unico edificio.... i vescovi con i parroci che permettono tale scempio dovrebbero essere appesi per i piedi in pubblica piazza, a mio avviso! e' la morte della della tradizionalissima "Parrocchia" a vantaggio di piccole realtà settarie, svincolate dalla propria realtà contingente e territoriale! Chi ha studiato un poì' di Sacramentaria sia pre che post Conciliare, non può che schifarsi per tale prassi autorizzata ovviamente da B16.

Peregrino Tuc ha detto...

Non si comprende perché il caso CNC debba assurgere ad analogato principale per poi ripercuotersi pregiudizievolmente sul caso FSPX. L’analogato principale deve essere sempre reale, non occasionale. Il ragionamento va semmai rovesciato. La realtà sostanziale certa da cui muove l’analogia è la fede cattolica. Da questa realtà, si deduce che la FSPX è cattolica, il CNC no. Conclusione: il riconoscimento della FSPX inficia il riconoscimento del CNC, non viceversa.

Detto questo, resta il fatto che la storia della Chiesa è piena di casi di eretici “non professi”, ossia non formalmente dichiarati tali o che comunque non hanno ritenuto (magari anche in buona coscienza) di dover formulare espressamente la loro eresia innanzi all’autorità ecclesiastica. Lo si potrebbe probabilmente dire di Gioacchino da Fiore e di Meister Eckhart, solo per fare nomi noti.
Se invece si decide di attenersi alle definizioni dogmatiche indipendentemente dai pronunciamenti delle autorità ecclesiastiche, oltre al fatto che si entra nell’ambito delle opinioni private, occorre fare grande attenzione a tutte le possibili conseguenze, anche non volute. Si consideri ad esempio il dogma dell’Immacolata, definito con atto di magistero solo nell’800. Stando alla sua formulazione, se ne dovrebbe dedurre che gli ortodossi sono degli eretici (affermazioni non scontata, anche se trova spesso consenso nel mondo “tradizionale”). Ma se ne dovrebbe anche dedurre che furono eretici San Bernardo di Chiaravalle, Sant’Alberto Magno, San Tommaso d’Aquino, San Bonaventura e altri, che dissentivano dalle tesi di Eadmero ed Osberto, che per primi sostennero l’immacolata concezione. Infine ha prevalso la spiegazione teologica data da Duns Scoto, il quale tuttavia, diversamente dai sostenitori della tesi contraria, non è né santo né dottore della Chiesa.

Come la mettiamo allora? Dobbiamo indignarci perché al grano e frammista la zizzania e buttare via la Chiesa? Perché oltre agli eletti (e Dio solo sa chi davvero lo sia …), molti sono i chiamati? O lavorare per edificare la Casa di Dio?

don Camillo ha detto...

Non vedo come si possano mettere in relazione un sacramento ed una pia pratica che hanno in comune solo il nome.

Peregrino Tuc, l'intenzione è quello di salvare il Magistero, ma dimenticano che dall'altra parte c'è della carne e del sangue umano, che deve essere incoraggiato sulla via del bene, il prete nel confessionale DEVE, come il buon Samaritano, deve il caricarsi sulle spalle il moribondo peccatore e portarlo alla locanda per essere guarito, non passare oltre, dicendogli sei malato, non mi toccare!

Nella Messa Nuova, dico sovente il Prefazio Comune VIII del Gesù buon Samaritano, una meraviglia è un prefazio buttato lì, non so manco chi l'ha scritto, è presente solo sulla versione Italiana, liturgicamente per chi come me che guarda solo il Messale del 1952 (!) è difficile da digerire, ma mi commuove, e mi prepara con tanta umiltà ad entrare nel Canone Romano!

A cosa servono questi Convegni che diventano barricate, per poi essere utilizzati nei blogs, come armi?! Si vuole creare una comunità pura perfetta?! Ma i catari non esistono più! Si vuole Salvare la Verità? Ma la Verità si salva da se...

Non so, se questa, proposta da questo Vescovo Polacco, è la strategia giusta!

Grazie poi per la tua dotta risposta l'amico hpoirot.

Er peccatore ha detto...

Se chiede er caro DON Camillo nostro..."Si vuole creare una comunità pura perfetta?"...

Eh, la COMUNITA’ PERFETTA E PURA… però quela vera, no a parole in un modo e a fatti tutto er contrario... eh, caro Don, quanto je piacerebbe a Nostro Signore che è venuto in fonno pe' quello a fasse crocifigge, quanto je piacerebbe che fussimo tutti santi…perfetti…:

SIATE PERFETTI come il Padre vostro che è nei cieli (Mt 5,48),

che riprendeva

SIATE SANTI perché io, il Signore, sono santo (Lev19,2)


… e puri:

BEATI I PURI DI CUORE perché vedranno Dio (Mt 5,8)

Fate tutto senza mormorare e senza esitare, per essere IRREPRENSIBILI E PURI, figli di Dio INNOCENTI (Fil 2,14-15)


Er peccatore ha detto...

…MA PER L'APPUNTO pe’ esse in quer modo qua sopra in cui con tutto er Core ce vole Nostro Signore (PERFETTI E PURI) bisogna, oltre che tenè lontano i desideri e l’atti impuri e nun amà ciò che in generale er monno ama - tipo appunto piaceri illeciti, desideri di gloria a iosa ecc..- esse anche (Mt 5; Lc 6) misericordiosi (e troveremo pure noi misericordia) nun mormorà, nun giudicà l’antro (se nun volemo esse giudicati), né tanto meno apostrofallo e condannallo (se nun se vole esse condannati poi noantri stessi), porge l’antra guancia se ce fa der male, e perdonallo (se volemo esse perdonati), e ancor deppiù poi er Signore vole da noi che amamo queli che de certo nun ce vojono bene (per esse più chiaro li definisce “nemici”), e pregà per loro e faje semmai noi tutto er bene che potemo...pecché Dio fa piove su’ tutti e dà er sole a tutti…

E poi… se in fonno amamo solo queli che ce amano e famo der bene solo a queli che ce lo fanno, ce diche ancora er Signore Nostro, che famo mai de così straordinario rispetto a chi nun crede in Lui o che nun Lo ama??..

Aò, pe' fà quelo e mica ce sarebbe bisogno de scomodà la santità e la purezza…

..SCUSA DON pe' la tirata con cui me sò permesso d'intrometteme ne la vostra discussione..., ma m'hai fornito l'aggancio e n'ho aprofittato giusto pe' ripassamme io PER PRIMO, "Er peccatore", 'ste cose 'mportanti per me, magari 'nzieme a tutti voi amichi mia...

Peregrino Tuc ha detto...

Non so, se questa, proposta da questo Vescovo Polacco, è la strategia giusta!


Concordo assolutamente. Il ragionamento del Vescovo polacco è viziato in partenza in quanto fa propria la falsa premessa del paralogismo di Kasper, ossia l'assimilabilità di comunione sacramentale e comunione spirituale, che invece distano tra loro quanto la grazia ex opere operato e la grazia ex opere operantis.

Peccatore, sono d'accordo con te. Il fatto è che tra le tante tentazioni di questo mondo infestato da demoni non c'è solo il lassismo, ma anche il rigorismo. Lo scrupolo ci allontana da Dio in modo insidiosissimo, travestendosi da zelo. Solo questo volevo sottolineare, non il giusto desiderio di santità, che tu opportunamente richiami.

Er peccatore ha detto...

Che te devo dì, io penzo che troppo spesso, PEREGRINO TUC, carissimo fratello mio ne la fede, semo tentati (forse de questi tempi anche un pochetto deppiù, dico forse...) ad ave' misericordia - ma tanta misericordia, eh - VERSO NOI STESSI e i nostri cattivi penzieri e le nostre cattive azioni...e ce dicemo magari:

"MA SI', E' CORPA DE 'STA FRAGGILITA' UMANA, CHE CE SE POFFA', IN FONNO SEMO COSI'...",

e rimannamo ogni giorno la vera e profonna conversione nostra, e nun pensamo armeno, minimo minimo, ad avè la STESSA misericordia verso l'antri, che ad ogni piè sospinto invece spesso ce capita (o armeno a me capita, purtroppo) d'accusà o de penzà male de loro, e stamo a faje le purci come fossimo tutti er Giuddice Supremo senza macchia...

...propio noantri che a nostra vorta invece lo sapemo quer che semo... nun semo antro che "TERA E CENERE" (Gen 18,27) e per questo dovremmo stà ben attenti a NON INSUPERBICCE (Sir 10.9) cioè a sentisse sempre sopra a l'antro fratello, ma avè invece er CORE MITE E UMILE, come Gesù ce 'nvita a imparà da Lui medesimo (Mt 11, 28), sempre cò la grazia Sua, se intenne...:-)

...questo armeno è er penziero mio sentenno la mia cattivissima natura che scarcia drento er me stesso peccatore, e leggenno quanno posso la Parola santa... e magari pure quela de quarche sant'omo spirituale, sempre quanno posso e come posso fà io...

Ma sò contento caro Peregrino de potè parlà de queste cose co' quarcuno de voi fratelli, anche se si è su sfumature magari un pochetto diverse...ma se cresce soprattutto co' lo scambio, parlanno de cose sante e bone che fanno annà su lo Spirito...me riempe sempre de gioia, specie in questo giorno, sabbato, che è dedicato alla Madre Santissima e vojo penzà che sia contenta de questo, che noi fijoli se parla pure de questo pe' conoscesse mejo e volesse più bene e ne lo stesso tempo pe' mijorasse un pochetto..

Peregrino Tuc ha detto...

Se può interessare ...


http://vigiliaealexandrinae.blogspot.it/2015/04/laltare-sosteneva-il-prete-il-trono-il.html

Peregrino Tuc ha detto...

Ho letto il Prefazio comune VII. Ha ragione, è davvero molto bello!